La seconda volta che ho visto Roma

AUTORE: none

DIMENSIONE: 8,63 MB

NOME DEL FILE: La seconda volta che ho visto Roma.pdf

DATA: 2013

ISBN: 9788817066792

Siamo lieti di presentare il libro di La seconda volta che ho visto Roma, scritto da none. Scaricate il libro di La seconda volta che ho visto Roma in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su promoartpalermo.it.
Promoartpalermo.it La seconda volta che ho visto Roma Image
DESCRIZIONE
La capitale raccontata da Marco Corona è quella paralizzata dalla neve dello scorso inverno e quella che si scioglie nell'arsura delle torride estati del nuovo secolo; è la città occupata dai tedeschi nel 1943 e quella scossa dai fatti di via Gradoli; è la Roma dei centri sociali autogestiti e ancora, allo stesso tempo, la madre dell'Impero devastata dalle fiamme nel 64 dopo Cristo. È un organismo vivente, mostro e regina; lo specchio in cui un Paese sempre uguale proietta di epoca in epoca il proprio impietoso riflesso. Così nelle coloratissime tavole di Corona la patria di antichi e nuovi stornellatori - in un presente dai contorni onirici, eppure terribilmente reale - è schiacciata dal giogo dell'ennesimo imperatore, Ferocius, che ne percorre le strade in auto blu per poi essere aggredito dalla folla con una statuetta del Colosseo; e la realtà sognata si sovrappone in modo pericoloso a quella vissuta, in un racconto assieme dolce e spietato che narra come mai prima d'ora tutto il disagio e tutta la passione che l'amore per il proprio Paese possono scatenare.

INFORMAZIONE

SCARICARE LEGGI

La seconda volta che ho visto Roma by Marco Corona

Autore Topic: La seconda volta che ho visto Roma - di Marco Corona (Letto 954 volte) 0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic. Mordecai Wayne. B.P.R.D. King Nerd; Post: 41543; La seconda volta che ho visto Roma - di Marco Corona

Rizzoli/Lizard di Maggio: "Cronache Birmane" di Guy ...

La capitale raccontata da Marco Corona è quella paralizzata dalla neve dello scorso inverno e quella che si scioglie nell'arsura delle torride estati del nuovo secolo; è la città occupata dai tedeschi nel 1943 e quella scossa dai fatti di via Gradoli; è la Roma dei centri sociali autogestiti e ancora, allo stesso tempo, la madre dell'Impero ...

LIBRI CORRELATI

Muffin & cupcake. E anche cakepop, whoopie, macaron, biscotti in 250 ricette.pdf

Nel caffè della gioventù perduta.pdf

Isole della Grecia.pdf

La donna dai capelli rossi.pdf

Che cosa voglio dalla vita. Conoscere se stessi per realizzare la propria personalità.pdf

La discrezionalità dell'azione amministrativa in ambito tributario.pdf

Babau. Vol. 1.pdf

Vendetta mascherata. Young Sherlock Holmes.pdf

La luce del domani.pdf

Bianco come Dio.pdf

Dizionario delle cucine regionali italiane.pdf